REGOLAMENTO INTERNO

 

 

L’Associazione “Violetto di Schito O.N.L.U.S.” (di seguito Associazione) in base alle regole del proprio Statuto, stipula il presente “Regolamento Interno” che è parte integrante dello statuto stesso. Per tutto ciò che non è specificato nel presente documento si fa riferimento allo statuto dell’Associazione. Eventuali future modifiche potranno essere deliberate solo dal Direttivo e saranno comunicate ai Soci.

Questo regolamento sarà pubblicato sul sito internet ufficiale dell’Associazione (www.carciofoviolettodischito.it).

L’Associazione è rappresentata dal Direttivo che ha il potere decisionale sulle scelte organizzative e varie dell’Associazione, nel rispetto delle sovranità dello Statuto e dell’Assemblea dei soci e se ne fa carico. Il Direttivo è composto da 4 persone (Presidente, vice presidente segretario e provibiro) le cui cariche hanno durata triennale e sono scelte a maggioranza tra i soci.

L’Associazione è gestita oltre che dal direttivo anche dal tesoriere e da almeno un consigliere. Il direttivo con il tesoriere e i consiglieri compongono il consiglio direttivo.

Il consiglio direttivo è in carica sino al 31 dicembre 2016 ed è così composto:

Presidente             Maria Rosaria Buono

Vice Presidente      Pasquale Pane

Segretario             Salvatore Di Ruocco

Probiviro               Ferdinando Pane

Tesoriere               Guida Salvatore

Consigliere            Scarica Giovanni

Consigliere            Angellotti Salvatore

Consigliere            Di Maio Salvatore

La quota d’iscrizione all’Associazione viene stabilita annualmente dal Direttivo.

Per l’anno 2013 è di € 20.00 (venti)

Ogni socio è libero di potersi iscrivere ad altre associazioni, comitati o anche semplici gruppi di indirizzo ludico e di partecipare alle attività di esse. Ogni iniziativa singola è legittima. Detto ciò se attraverso tali iniziative, volontariamente si arreca svantaggio, danno o pregiudizio all’Associazione i Soci rei di tale atteggiamento scorretto, potranno essere sospesi o esclusi dall’Associazione.

L’Associazione utilizza i seguenti strumenti informatici per comunicare con gli associati:

Il Direttivo è responsabile di tutti gli strumenti mediatici (internet posta elettronica forum etc), ne possiede le password di accesso, è amministratore di tali strumenti e ne modera i contenuti e le discussioni.

Come descritto dall’articolo 9 dello Statuto della L’Associazione Violetto di Schito O.N.L.U.S. sotto riportato:

Compiti del Consiglio Direttivo

Il consiglio direttivo è composto da un minimo di 3 membri, eletti dall’Assemblea fra i propri componenti. Il Consiglio direttivo è validamente costituito quando sono presenti 2 membri. I membri del Consiglio direttivo svolgono la loro attività gratuitamente e durano in carica 3 anni. Il consiglio direttivo può essere revocato dall’assemblea con la maggioranza di 2/3 dei soci.

Il Consiglio direttivo è l’organo esecutivo dell’Associazione Violetto di Schito. Si riunisce in media 2 volte all’anno ed è convocato da:

-          il presidente;

-          da almeno 2 dei componenti, su richiesta motivata;

-          richiesta motivata e scritta di almeno il 30% dei soci.

Il consiglio direttivo ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione. Nella gestione ordinaria i suoi compiti sono:

-          predisporre gli atti da sottoporre all’assemblea;

-          formalizzare le proposte per la gestione dell’Associazione;

-          elaborare il bilancio consuntivo che deve contenere le singole voci di spesa e di entrata relative al periodo di un anno;

-          elaborare il bilancio preventivo che deve contenere, suddivise in singole voci, le previsioni delle spese e delle entrate relative all’esercizio annuale successivo;

-          stabilire gli importi delle quote annuali delle varie categorie di soci;

-          Di ogni riunioni deve essere redatto verbale da affiggere all’albo dell’Associazione.

ed in relazione a quanto sottolineato il Consiglio Direttivo emana il seguente regolamento, che, parimenti allo statuto, ogni socio (ivi compresi i membri stessi del Consiglio Direttivo) si impegna a rispettare all’atto della domanda di associazione ed essere leali verso la propria associazione, rispettare e mettere in pratica le norme dello statuto e del regolamento interno, vigilare affinché le dette norme siano rispettate e mettere in pratica ciò che viene deliberato dal consiglio direttivo dell’Assemblea dei soci.

DEFINIZIONE DI RUOLI E COMPITI

L’associazione al fine di migliorare l’organizzazione e per impedire che gli associati prendano decisioni, divulghino informazioni non corrette o svolgano funzioni che per il loro ruolo non gli competano, sovrapponendosi alle funzioni di altri associati, definisce RUOLI E COMPITI in ordine di importanza secondo quanto segue e per le cariche istituzionali come previsto dallo statuto:

Il Presidente

Il Presidente è il legale responsabile dell’Associazione, la dirige e ne controlla il funzionamento nel rispetto dell’autonomia degli organi sociali.

Il Vice Presidente

Il vice presidente sostituisce il presidente in caso di sua assenza od impedimento temporaneo ed in quelle mansioni nelle quali venga espressamente delegato.

Il Segretario, il tesoriere

Il segretario dà esecuzione alle deliberazioni del presidente e del consiglio direttivo, redige i verbali delle riunioni, attende la corrispondenza.

Il tesoriere cura l’amministrazione dell’associazione e si incarica della tenuta dei libri contabili nonché delle riscossioni e dei pagamenti da effettuarsi previo mandato del consiglio direttivo.

Tutti i soci sono invitati ad osservare le regole per una buona gestione dell’associazione; coloro che non osservano le norme scritte nel regolamento in oggetto, dopo i richiami ufficiali se persistono le condizioni di inosservanza verranno espulsi dall’associazione dopo ratifica dell’assemblea ordinaria.

Il presente Regolamento interno costituisce recepimento e parte integrante dello Statuto Associativo, insieme ai comunicati ufficiali emanati dal Presidente o dai soci che ricoprono le cariche istituzionali (Vice Presidente, Segretario, Tesoriere, Consigliere) all’interno del Consiglio Direttivo.

Il Consiglio Direttivo nel presentare questo Regolamento Interno, si auspica che il discorso propositivo e collaborativi venga recepito positivamente da tutti i soci onde evitare disagi e tensioni tra soci e Consiglio Direttivo stesso.

Il Consiglio Direttivo